Ristorazione e trasformazione digitale: tutti i vantaggi

Pubblicato 13 novembre, 2018 · 2 min. lettura

L’Italia è la patria della ristorazione, risconosciuta a livello mondiale per il buon cibo, i grandi chef e ristoranti di ogni tipo. Tuttavia, nel 2018, quasi un esercizio su due non ha ancora una presenza diretta sulla rete o sui social, anche se tutti i ristoratori dichiarano di voler intraprendere, nel breve periodo, il cammino della trasformazione digitale. Se tu sei uno di loro, noi abbiamo intervistato alcuni tuoi colleghi (gestori di grandi ristoranti urbani, pizzerie, burger bar ecc.) che hanno già compiuto questo percorso per farci indicare i vantaggi più immediati e tangibili che ne hanno tratto nella gestione delle risorse umane. Ecco quali sono:

 

Un team di collaboratori più efficaci e produttivi

Dalla cucina alla sala, in un ristorante, competenze quali spirito di team, concentrazione, coordinamento, perfetta sincronia e reattività alle contingenze sono cruciali. Le tecnologie possono essere un supporto molto efficace su ognuno di questi fronti. Prova a pensare a un sistema di prenotazioni che viaggia sui social e non più sulle classiche telefonate. Il margine di errore sarà pari a zero e i tuoi collaboratori avranno più tempo per dedicarsi all’organizzazione della sala e dei tavoli. Anche il sistema della raccolta delle ordinazioni può essere digitalizzato attraverso tablet che mandano direttamente le scelte dei clienti alle cucine. Il cliente attenderà meno, il tuo team riuscirà a gestire più rapidamente il servizio e il lavoro in cucina non sarà più condizionato a fogli di carta scritti a mano velocemente e a rischio di errata interpretazione.

Il cliente attenderà meno, il tuo team riuscirà a gestire più rapidamente il servizio e il lavoro in cucina non sarà più condizionato a fogli di carta scritti a mano velocemente e a rischio di errata interpretazione. Condividi il Tweet

 

Il tuo team saprà offrire una migliore “customer experience”

Attraverso l’intelligenza artificiale, ogni membro del personale di sala sarà infatti in grado di gestire al meglio il rapporto con la clientela. Grazie a soluzioni che permettono, ogni volta che un cliente prenota, di sapere chi è, di conoscere lo storico delle sue precedenti visite e altri dati.

Quindi anche il cameriere che hai appena assunto sarà in grado di riconoscerlo, di accoglierlo al meglio e di essere in grado di orientare le sue scelte in fatto di cibo e vini coerentemente con i suoi gusti.

Anche se il tuo locale è semplicemente un ristorante-bar da pausa pranzo, non dimenticare che l’attenzione al servizio, nella percezione del cliente, è importante quanto la qualità dell’offerta gastronomica.

rsistorazione_customer_experience

 

Team davvero “inclusivi”

Ogni azienda ha ormai approcciato il tema della responsabilità sociale. Anche i ristoranti. Sono infatti molte le strutture della ristorazione che, grazie alle tecnologie, riescono a dare un percorso professionale a persone portatrici di disabilità. Parliamo, ad esempio, di ragazzi con problemi di autismo, affetti da sindrome di Down o non udenti. Samsung, ad esempio, ha sviluppato un’app, utilizzabile da persone autistiche perché disegnata intorno ai loro processi cognitivi. Grazie ad essa possono così comprendere esattamente i compiti da svolgere e portarli a termine in totale autonomia. Sono già molti gli esperimenti in atto in tutto il mondo. E le ricadute sono positive non solo per le persone disabili che possono quindi avere un accesso più semplice al mondo del lavoro, ma anche per i cosiddetti normodotati. Perché, nei team, il confronto fertile e sul piano professionale con il “diverso” è, sempre e comunque, un’esperienza arricchente.

 

Potrebbe interessarti anche…

Ristorazione e trasformazione digitale: tutti i vantaggi