La strategia vincente per ottimizzare il recruiting di settembre

Pubblicato 17 agosto, 2017 · 3 min. lettura

Eh sì! D’estate si va tutti in vacanza e il mercato del recruiting si ferma. Non è vero: ad agosto l’arena dei candidati non era sold-out, ma neppure deserta. Chi cerca lavoro, oggi, non spreca un solo giorno. Ma soprattutto i tempi meno forsennati dell’operatività aziendale permettono la calma e la concentrazione necessarie per pianificare al meglio la ricerca da parte degli HR manager. Vabbè: tu non ci hai pensato (oppure si, ma è stata più forte la necessità di vacanze) e adesso siamo già a settembre. Il rewind temporale non esiste. Ma non è il caso di farsi prendere dal panico.

Chi cerca lavoro, oggi, non spreca un solo giorno. Condividi il Tweet
Per prima cosa definisci le caselle da occupare.

E quindi prenditi un po’ di tempo (non troppo) per definire i ruoli che ti occorrono. A livello di singola posizione stabilisci quali sono le caratteristiche che il candidato deve possedere. E poi fai un passo indietro e sali un gradino più in alto per avere la visione del disegno globale. Per decidere chi dovrà operare con chi e affinare la selezione delle caratteristiche. Secondo un criterio di complementarietà ed evitando duplicazioni di competenze. Ti diamo una buona notizia: quell’arena di candidati che ad agosto aveva ancora posti liberi, adesso è sold-out!

Recruiting, talento. risorse umane, HR, Human Resource, Offro lavoro, CornerJob, Candidati, Offerta di lavoro, assumere il miglior talento, Recruitment, HR manager

Metti il tutto nero su bianco

Ovvero, scrivi il recruiting plan. L’operazione della scrittura aiuta a definire meglio le strategie. Attenzione non è un’opzione, anche se la tua è una piccola azienda o un esercizio commerciale. Potrai passare il tutto al vaglio del budget disponibile, capire come allocare al meglio le risorse economiche e, in base a ciò, affinare ulteriormente i tuoi criteri di ricerca. Anche sotto il profilo della tempistica: alcune posizioni saranno sicuramente più urgenti di altre. E soprattutto confrontati con gli staff. L’inserimento di un “corpo estraneo” è sempre un’operazione delicata. E inoltre, chi meglio di qualcuno che è già nell’operatività delle funzioni aziendali che pensi di consolidare può darti i migliori consigli sulle competenze necessarie? Con CornerJob puoi trovare il candidato ideale nel minor tempo possibile

Usa ogni mezzo che hai a disposizione

Non dimenticare che ci sono i candidati passivi. Ovvero quelli che hanno già un impiego e che quindi non cercano attivamente, ma che non si tirerebbero indietro di fronte a un’offerta interessante. Certo, sono i più difficili da attrarre, ma spesso sono anche i più interessanti perché probabilmente hanno un livello di competenze professionali più elevato e non necessitano di ulteriore formazione. Come trovarli? Dai, lo sai già: usa i tuoi contatti personali, i social network ecc. Informati su chi opera già nelle posizioni che ti interessano presso i competitor. Oggi non è così difficile e time-consuming farsi una bella lista di talenti da sottrarre alla concorrenza!

Predisponi un “piano B”

Le contingenze sono tante. Ti facciamo un esempio per tutti. Hai individuato il tuo candidato ideale. L’hai conosciuto e, sì, è proprio la persona giusta. Anche lui è convinto e il contratto è pronto per la firma. Ma nella mattina delle “nozze” arriva la nefasta telefonata. E lui ti comunica che, a malincuore (ma nemmeno tanto), deve rinunciare. Perché ha ricevuto un’offerta più golosa. O perché l’azienda presso la quale già lavora ha “rilanciato”. Quindi premurati, come si fa nel teatro, di comporre sempre un doppio cast. Di profili possibilmente quasi equivalenti: un “piano B” non significa necessariamente soluzioni di serie B.

Chiudiamo qui: adesso la palla passa a te. L’estate è finita e, te lo ripetiamo, settembre è un momento d’oro per fare recruiting. E anche per te: non hai tempo da perdere e mettere la testa in un bel progetto è un’ottima medicina contro la depressione post spiaggia.

 

Potrebbe interessarti anche…

4 consigli per scovare il miglior talento in meno di 48 ore