Osservatorio sul mercato del lavoro 2017 – Terzo trimestre

Pubblicato 19 ottobre, 2017 · 2 min. lettura

Una timida estate
Ci siamo. Con l’arrivo dell’autunno giungono anche i dati dell’Osservatorio sul lavoro CornerJob per il terzo trimestre. Quello estivo appunto. Che è stato contrassegnato da un leggero segno più.
Tralasciando infatti la fascia dei giovanissimi tra i 18 e i 24 anni alla ricerca di un lavoro che rimane ancora abbondantemente sopra il 50% (ma di fatto è un dato poco significativo perché parliamo di persone che per oltre l’80% è ancora alle prese con lo studio), i giovani under 30 in cerca di occupazione sono scesi di due punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Assestandosi sul 18%. Un primo segno di svolta in positivo che, però, andrà verificato nell’ultima parte dell’anno.
L’estate, infatti, anche per gli under 30, è stagione di lavori temporanei che vengono accettati in mancanza di opportunità più solide e con la consapevolezza che, da settembre, ricomincia la caccia al tesoro. Un risultato quindi troppo timido, sia dal punto quantitativo, sia da quello qualitativo per parlare di vera svolta. Confortato, anzi “sconfortato”, dalle rilevazioni sulla fascia over 30. Dove chi cerca lavoro rappresenta ancora oltre il 27% del totale.

Questa infografica spiega meglio la situazione del mercato del lavoro in Italia:

infografica lavoro
 Cerchi lavoro? Meglio se abiti in Lombardia o Lazio 

E ancora meglio se vuoi fare l’agente immobiliare o di commercio.
Le regioni di Milano e Roma risultano ancora essere il “polmone professionale” dell’Italia catalizzando, insieme, il 41% delle offerte di lavoro. Al terzo posto si posizionano Campania e Piemonte con il 12%, seguite da Emilia Romagna, Toscana e Veneto sostanzialmente stabili con un ex-aequo a quota 6%. Infine, dopo un semestre in cui il turismo ha fatto da padrone, durante l’estate le professioni più ricercate sono quelle dell’agente immobiliare o di commercio. Settori che catalizzano oltre il 45% delle offerte e oltre il 27% delle richieste.

Il settore sales occupa il 45% delle offerte di lavoro del mercato italiano Condividi il Tweet

Anche questo è un dato che riflette il ritmo stagionale. Il turismo infatti corre a tutta velocità nel corso del primo semestre, quando si prepara la stagione estiva, per poi subire un rallentamento una volta che i “giochi sono fatti”.  E, come l’anno scorso, il mercato immobiliare questa estate ha mostrato segni di ripresa significativi. Soprattutto nei grandi centri metropolitani.  Sia nelle compravendite, grazie al ribasso dei prezzi al metro quadro, sia nelle locazioni. Va poi evidenziato che l’estate è stagione di affitti a breve termine. Supportati anche dalla “Airbnb economy” che ha provocato un fiorire di realtà microimprenditoriali specializzate nel gestire la stagione turistica degli appartamenti liberi sia nelle località balneari, sia nelle grandi città, in assenza dei proprietari.

 

Potrebbe interessarti anche…

Pillole di Recruitment