Survey CornerJob: millennial, estate e lavoro

Pubblicato 10 luglio, 2018 · 2 min. lettura

Abbiamo condotto una ricerca per capire meglio cosa vuol dire per i Millennial lavorare d’estate. A loro, nel corso della seconda settimana di giugno, abbiamo inviato un questionario: questi sono i risultati.

 

I millennials d’estate preferiscono lavorare 

Il 47,4% dei millennial italiani è attivamente all’opera per la ricerca di un’occupazione nel corso dell’estate e il 7,2% ne ha già trovata una. Non solo: il 48,5 % di chi sta già lavorando ha un contratto di durata superiore ai sei mesi, mentre il 33,3% si limita a passare al lavoro i due mesi centrali estivi. Solo il 6,1% è impegnato nei cosiddetti lavoretti saltuari (di un paio di settimane). È un segnale abbastanza chiaro: molti “millennial” italiani utilizzano questo periodo per pianificare e, se possibile, dare inizio a un percorso che non si concluderà con la fine dell’estate. Inoltre, Il 57,4% degli intervistati potendo scegliere tra l’ufficio o un lavoro all’aria aperta opterebbe per la prima soluzione. E il tutto vale sia per gli uomini, sia per le donne.

 

estate

 

Receptionist, cassieri e barman le occupazioni più “forti”

Quella dei millennial è una generazione che rompe con il passato. Il fascino di lavori come bagnino e animatore turistico colpisce solo, rispettivamente, il 6,1% e il 6,5% degli intervistati. Il 24,1% preferisce stare dietro il desk della reception, alla cassa (16,7%) oppure al bancone di un bar o tra i tavoli di un ristorante (12,2%). Insomma, i classici lavori estivi “da spiaggia” lasciano spazio a professioni meno stagionali. Che presuppongono comunque un contatto con il pubblico e che nel corso degli anni si sono qualificate (ormai la reception o il lavoro nei locali richiedono competenze quali padronanza delle lingue straniere e spesso sono il primo step di un percorso professionale di lungo periodo). Un assunto che viene confermato anche dalle posizioni retributive di chi sta già lavorando. Il 60,6% dei millennial dichiara infatti di guadagnare una cifra compresa tra i 1.000 e i 2.000 Euro al mese.

 

Il 47,4% dei millennial italiani è attivamente all’opera per la ricerca di un’occupazione nel corso dell’estate e il 7,2% ne ha già trovata una. Condividi il Tweet                                                 

Dove finiranno i guadagni estivi? In risparmio!

L’epoca in cui si lavorava d’estate per finanziare il divertimento, è in parte, finita. Solo il 9,1% degli intervistati utilizzerà il denaro guadagnato per farsi un viaggio. La stessa percentuale dichiara che destinerà lo stipendio allo svago. A pari merito con chi, invece ci pagherà gli studi. Ma il 60,6% dei millennial risponde che risparmierà. Un dato importante perché, letto insieme alle altre rilevazioni della ricerca ci mette davanti a un messaggio molto chiaro. Sarà pure estate, sarà pure tempo di vacanze, ma i millennial stanno investendo sul futuro.

 

Millennial_e_recruiting_Report_CornerJob_2018

 

Potrebbe interessarti anche…

Millennial e terzo settore? Il caso Croce Rossa